IL Casco Che Da Carattere

IL Casco Che Da Carattere

Il casco è un accessorio importante al quale ogni motociclista non deve rinunciare. Oltre ad essere un obbligo vi protegge in caso di urti improvvisi, tenendo ben coperta una zona molto delicata del corpo, cioè la testa. In commercio esistono diverse tipologie di casco, che si differenziano tra di loro per livello di protezione eforma . Ogni modello ha i suoi vantaggi ed i suoi svantaggi, ma la scelta di quello più giusto dipenderà molto dalle esigenze personali.

Anche a livello estetico ne esistono varie tipologie, come quelli stile vintage o quelli aerografati, oppure personalizzati magari con foto o loghi che più vi rendono fieri di girare per la città, che vi permetteranno di esprimere al meglio la vostra personalità. Nella scelta valutate bene anche la qualità dei materiali di costruzione: saranno loro che vi proteggeranno o meno.

Come Esssere Sicuri

Quando si viaggia in moto occorre sempre vestirsi nel modogiusto con le dovute protezioni. Se in città si va in girocon lo scooter, non c’è bisogno della tuta di pelle, basta un semplice giubbotto con delle protezioni e un paraschiena leggero. E’ utile per proteggere alcune parti del corpo come gomiti, spalle e schiena. È opportuno mettere dei guanti, anche se sono leggeri, poichè in caso di caduta le mani sono le prime parti del corpo che istintivamente si poggiano a terra. Per le scarpe da moto, forse in pochi sanno che non esistono solo gli stivaloni da pista ma anche comodissime sneakers: spesso costano meno di quelle alla moda e, soprattutto, hanno delle protezioni al malleolo e ai punti del piede che vengono quasi sempre coinvolti in una caduta.

La Sicurezza Con Intelligenza

Il Regolamento europeo 2016/425, che ha sostituto la vecchia Direttiva 89/696 e che viene applicato in Italia dal 21 aprile scorso stabilisce , che tutti i capi da moto dotati di protezioni ovvero: giacche, pantaloni e tute vengano considerati DPI, vale a dire “dispositivi di protezione individuale”, e deve essere certificato tramite un’etichetta che attesta la loro valutazione da parte di un laboratorio autorizzato alla produzione. Da adesso in poi i produttori sono obbligati a certificare i loro prodotti prima di poterli mettere sul mercato.

In Italia le strutture abilitate alla certificazione sono due: Ricotest e DolomitiCert . La nuova normativa EN 17092, che definisce le cinque classi standard per i capi d’abbigliamento per moto sono basati sugli ultimi dati sull’incidentalità in Europa. Gli elementi presi in considerazione per ogni classe sono le performance del mezzo, i potenziali rischi a cui si andrebbe incontro in caso di incidente, l’ergonomia

In ordine di livello di protettività del capo, le classi di certificazione sono: Classe AAA;Classe AA;Classe A;Classe B;Classe C

L’Italia Rappresentata In Motogp

A settembre del 2002 la ducati annuncia al pubblico di volerpartecipare al campionato MotoGP 2003 . Per l’esordio in pubblico si dovrà attendere fino al 3 novembre 2002, dove in un test sul circuito spagnolo , il pilota Troy Bayliss percorrerà tre giri davanti ai 120.000 spettatori. In quella stagione la moto italiana stupisce il mondo per la sua competitività nonostante sia solo alla prima stagione agonistica a cui partecipa

L’Elite Italiana Nelle Corse Di Oggi A Quattro Ruote

La Ferrari non è solo la scuderia italiana migliore di sempre ma è anche la regina assoluta di questo sport .Sempre presente in tutte le stagioni del Circus, ha portato a casa tanti successi ed è piena di tifosi nel mondo.

L’Alfa Romeo occupa un posto speciale nella storia della F1: i primi due Mondiali Piloti della storia sono stati infatti vinti dal Biscione.

Un Amore Eterno

Alfa Romeo, marchio che il 24 giugno 2020 festeggia il prestigioso traguardo dei 110 anni. Oltre un secolo contraddistinto da innovazioni tecnologiche, successi sportivi e memorabili creazioni su quattro ruote. La storia parte con un uomo francese, Pierre Alexandre Darracq, proprietario di una fabbrica di bicicletta e Bordeaux che ben presto decise di produrre auto. In Francia riscossero successo così si interessò all’esportazione, aprendo succursali a Londra e a Napoli, trasferendo quest’ultima poi a Milani, al 95 di strada del Portello

Un Orgoglio Italiano A Due Ruote

L’Aprilia Red Rose il primo modello aveva 2 cilindrate, 50 e 125 , e diversi allestimenti che variavano solo nelle colorazioni. Dotato di un motore monocilindrico, aveva il raffredamento ad acqua , per entrambe le cilindrate, e ricalcava nell’estetica l’Honda VT600. I primi modelli di cilindrata 50 , pur condividendo con i successivi la ruota posteriore lenticolare, montavano sulla prima serie una ruota in lega d’alluminio dal disegno che simulava nel disegno una ruota a raggi, che a partire dalla seconda serie, da una vera e propria ruota a 36 raggi in acciaio inossidabile

Nel 1991 furono commercializzati l’Aprilia Classic 50 e 125, le versioni “restyling” dell’Aprilia Red Rose 50 e 125 . L’Aprilia Classic 50 monta solo il motore Minarelli AM , mentre il Classic 125 monta il motore Rotax come la Red Rose. Il sellino posteriore della Red Rose e del Classic era sostituito da una pratica borsetta delle dimensioni del sellino. Tuttavia un’imbottitura asportabile presente all’interno della predetta borsetta ne permetteva altresì un utilizzo come sellino posteriore.

L’Elogio Moderno Al Padre Dell’ Elletricità: Tesla

Tesla è una casa automobilistica fondata nel 2003 da un gruppo di ingegneri della Silicon Valley che produce auto elettriche. Il nome è un omaggio Nikola Tesla che nel 1888 brevettò il motore a induzione con corrente alternata.

Il primo modello del 2008 è stato Tesla Roadster, la prima macchina elettrica sportiva con batterie a ioni. Nel 2012 ha debuttato il modello S , una berlina elettrica al 100% di alta gamma che può percorrere 460 km con una sola carica. A luglio del 2016 viene presentato il Model 3, la nuova auto è più econimica per il pubblico ( circa 35mila dollari), un’auto ordinata già da tantissime persone

Nel 2015 Tesla è stata eletta dalla rivista Forbers come l’azienda più innovativa ala mondo. I veicoli Tesla sono prodotti nello stabilimento di Fremont, in California, un tempo sede della New United Motor Manufacturing Inc… L’impianto Tesla produce fino a 2 000 auto a settimana . Per ridurre il costo delle batterie agli ioni di litio, Tesla ha costruito uno stabilimento in Nevada, per consentire di produrre il modello economico Model 3.

La Nuova Generazione

Acquistare un’auto elettrica o ibrida è una scelta ecologica oggi più che mai importante per dare il proprio contributo alla riduzione delle emissioni, ma è anche una buona scelta economicamente. L’investimento è ben ripagato da minori costi di rifornimento e dagli sconti sull’assicurazione. Per prima cosa è bene sapere che chi acquista un auto ibrida o elletrica può beneficiare degli incentivi previsti dall’Ecobonus 2019-2021. Puoi risparmiare fino a 500€

Il passo successivo è fare una ricerca di polizze auto più adatta al nuovo acquisto, e qui si scopre che avere un mezzo ecologico può garantire un certo risparmio

L’assicurazione per auto elettrica o ibrida può essere acquistata on line esattamente come avviene per le auto ad alimentazione tradizionale, selezionando le garanzie accessorie che si ritengono utili, confrontando i preventivi e scegliendo il più conveniente. Non cambia nulla, dunque, se non il prezzo medio, perché un’auto elettrica offre un risparmio tra il 5% e il 30% rispetto ad altre soluzioni non ecologiche. Alcune compagnie scelgono inoltre di incentivare l’acquisto di auto green con promozioni dedicate, che premia chi ha scelto un’auto elettrica o ibrida con uno sconto fino al 20% sulla RC auto

La Mitica Punto

La Punto, erede concettualmente della 127 e della Uno, era la classica vettura né grande né piccola, con la manciata di cavalli necessari per gironzolare con la famiglia sulle strade del Bel Paese ieri come oggi; e , dotata di abbastanza cavalli ,come nella versione Abarth, una specie di «Porsche per tutti», divertente, sportiva, ma non impossibile economicamente. Punto ha utilizzato motori a benzina, bi-fuel benzina-Gpl e benzina-metano oltre che Diesel, con quel piccolo infaticabile 1.3 Multijet a gasolio, capace di funzionare al banco anche per 400mila chilometri.